Ciao Marco, attaccante esplosivo e di talento: il ricordo del Crotone e della Morrone

Gli ambienti sportivi di Cosenza e provincia sono rimasti letteralmente sgomenti dopo la tragica notizia arrivata in mattinata. Marco Calderaro, giovane calciatore di 20 anni, è morto in un terribile incidente stradale all’altezza dello svincolo autostradale di Montalto avvenuto all’alba. Ha perso il controllo dell’auto che guidava e sulla quale viaggiava da solo e si è schiantato contro il guardrail. Incredibile.

Per noi giornalisti cosentini, il nome di Marco Calderaro era conosciuto da tempo nonostante la giovane età. Classe 1999, era cresciuto nel Centro Sportivo Marca, la scuola calcio di Gigi Marulla e Andrea Cariola. Sotto la guida di Gigi Marulla aveva mosso i primi passi da calciatore e ottenuto i primi successi nelle categorie dei Pulcini e degli Esordienti prima di arrivare ai Giovanissimi. Era stato proprio il compianto Gigi Marulla nel 2012 a portarlo a Crotone per il provino con il club pitagorico e Marco Calderaro era stato subito tesserato dal presidente Vrenna giocando con la maglia rossoblù ancora tra i Giovanissimi e poi con gli Allievi e l’Under 17 esordendo anche nel prestigioso Campionato Primavera.

Marco Calderaro era un attaccante esplosivo, dotato di grandi qualità atletiche e tecniche, che lo avevano imposto all’attenzione generale della leva calcistica della classe ’99. Gli piaceva partire in progressione, grazie al suo fisico aitante e segnava gol bellissimi, naturalmente anche e soprattutto di testa. Era anche molto altruista e creava tanti spazi per i compagni di reparto e di centrocampo, facendo “salire” la squadra, come si dice in gergo.Con il Crotone, tuttavia, non aveva trovato spazio e consacrazione e allora, nel 2018, aveva disputato la prima parte di stagione in Emilia Romagna, al Felino nel torneo di Eccellenza. Poi, a gennaio 2019, era approdato alla Morrone Cosenza e aveva dato un importante contributo alla bellissima cavalcata della squadra granata allenata da mister Stranges verso la promozione nel Campionato d’Eccellenza. Non era stato confermato e stava per dire sì al Real Sant’Agata, squadra emergente ed ambiziosa nel torneo di Promozione, proprio oggi avrebbe detto sì al presidente ma un terribile destino gliel’ha impedito. Alla famiglia di Marco giungano le più sentite condoglianze di Iacchite’.

IL RICORDO DEL CROTONE

Il presidente Gianni Vrenna, il direttore generale Raffaele Vrenna e tutto il Football Club Crotone, profondamente addolorati dalla tragica notizia, si stringono con affetto attorno ai familiari del giovane Marco Calderaro, scomparso ad appena 20 anni. Marco ha fatto tutta la trafila nel nostro settore giovanile fino alla Primavera. Attualmente giocava con la Morrone. Sempre sorridente, durante la permanenza a Crotone seppe conquistare l’affetto e la simpatia di tutti, dai compagni ai dirigenti.

Ciao, Marco!

IL RICORDO DELLA MORRONE

Un terribile incidente stradale ha portato via Marco Calderaro, protagonista della promozione in Eccellenza. Ti vogliamo ricordare così. Forte, sorridente e con quel volto da angelo biondo. In questi momenti non ci sono parole. C’è solo sconforto, sgomento ed inconsolabile dolore. Non riusciamo a farcene una ragione e mai ce la faremo. Tutti i nostri pensieri e preghiere vanno ai familiari e agli amici. Ciao Marco, gigante buono. RIP“.