Cosenza, breve storia (triste) di un presidente di seggio preso per i fondelli

164

Elezioni Comunali e Regionali dello scorso ottobre.

Nelle scorse elezioni del 3 e 4 ottobre 2021 per la nomina del consiglio comunale di Cosenza e del consiglio regionale della Calabria, molti scrutatori, presidenti di seggio e segretari hanno rinunciato alla nomina. Fino alla sera prima risultavano scoperti 40 seggi su 82. Oggi capisco bene il motivo.

Sono stato contattato da un candidato alle Comunali di Cosenza la sera di sabato 2 ottobre per fare il presidente di seggio. Non avevo esperienza e nemmeno la minima idea di cosa mi aspettasse. Ho accettato solo per il compenso.

Il lavoro non è difficile ma impegnativo nella fase di scrutinio, se si pensa alla documentazione da compilare, ai registri da riempire e all’attenzione da mantenere. Devo dire che sono stato fortunato per essere stato affiancato da colleghi preparati e ferrati.
Il contributo per il presidente di seggio è di 150,00 €; 120,00 € per gli scrutatori per le tre ore di lavoro durante la sera di sabato 2 ottobre, le 18 ore di domenica (compreso lo scrutinio delle regionali) e le 18 ore di lunedì (compreso lo scrutinio delle comunali con gli 800 candidati delle varie liste), per un totale di 39 ore complessive ripartite in due giorni e mezzo. La paga, per ogni ora, equivale quindi ad uno scherzo che non fa ridere nessuno.
La cosa buona è che ti pagano subito. Anzi no. I compensi vengono pagati tra i 7 ed i 30 giorni successivi. Anzi no, può variare “leggermente” da Comune a Comune a meno ché non sei residente a Cosenza. Se risiedi nella Città dei Bruzi non sai se e quando verrai pagato. Se poi hai la folgorante intuizione di rivolgerti a soggetti istituzionali preposti oppure a dipendenti pubblici dei relativi uffici di riferimento e chiedi: quando verranno pagati i compensi? La risposta è: non se ne parla proprio. Anzi, “non se ne palla popio”.

Questa è una breve storia triste di come vanno le cose qui da noi e come il “ridicolo” diventa “grottesco” quando cerchi di relazionarti con burocrati, politici e dipendenti pubblici del glorioso Comune di Cosenza. Stanchi, annoiati, appesantiti ed infastiditi quando gli rivolgi una domanda che sembra lecita solo a te…

Per una migliore comprensione dei fatti, riporto la definizione esatta del ruolo di presidente di seggio, dalla quale traspare l’importanza e la delicatezza del suo lavoro: “Ruolo a cui è demandato vigilare e coordinare le operazioni di voto e di scrutinio, ma anche di esprimersi sull’attribuzione di voti e preferenze. Il che può comportare, in caso di inadempienze, condotte penalmente perseguibili per abuso d’ufficio, concussione, corruzione, peculato, rifiuto e omissione d’atti d’ufficio”. 

Lettera firmata