Cosenza saccheggiata, chi sa parli: appello a Giuseppe d’Ippolito (già Presidente commissione bilancio)

41

In attesa di sapere l’entità del buco nelle casse comunali, e se per davvero alla fine della “ricognizione sullo stato di salute dei conti pubblici” Franz si recherà in procura, una domanda a chi ha avuto il compito “di controllare” la regolarità dei conti pubblici, gliela vogliamo fare. Anche perché dopo la replica di Occhiuto alle dichiarazioni di Franz sul disastro economico prodotto dalla sua amministrazione, la situazione appare ancora di più confusa. Necessita un minimo di chiarezza da parte di chi sa e ancora non ha detto nulla, nonostante la polemica in corso.

Ci piacerebbe sentire il parere dell’avvocato Giuseppe d’Ippolito già consigliere di maggioranza nell’era Occhiuto, e presidente della Commissione consiliare bilancio del Comune di Cosenza, rieletto, ma questa volta nelle file della minoranza. La Commissione bilancio presieduta da D’Ippolito ha svolto, nell’era Occhiuto, funzioni di supporto in materie di particolare rilevanza da sottoporre all’approvazione del consiglio comunale e, in particolare sugli argomenti relativi a: approvazione del bilancio; assestamento generale di bilancio; verifica degli equilibri di bilancio; approvazione del rendiconto della gestione dell’esercizio precedente.

Se è questo che ha fatto per tutti questi anni il consigliere d’Ippolito saprà di sicuro spiegare ai cittadini il reale stato di salute delle finanze comunali. Ha letto e approvato tutti i bilanci occhiutiani, ed è per questo che è considerato il massimo esperto in materia: conosce tutte le carte relative al “bilancio comunale”. Nessuno meglio di d’Ippolito può dire ai cittadini se “quelle carte che lui ha letto” sono taroccate, come sostiene il neo sindaco Franz, oppure no. Ci appelliamo al senso civico del consigliere d’Ippolito, pregandolo di intervenire nella “polemica” sui debiti del Comune, e spiegare ai cittadini come realmente stanno le cose. Del resto “tale operazione” rientra a pieno nei doveri del consigliere, e d’Ippolito è persona perbene con un alto senso delle istituzioni, e siamo certi che raccoglierà il nostro invito e presto spiegherà ai cittadini come realmente stanno le cose, magari iniziando col dirci quanti euro risultano esserci, all’oggi, nelle casse comunali.