Crotone, licenziati con whatsapp: si cerca soluzione con Carrefour. Domani pranzo nel piazzale

CROTONE – Contattare i vertici di Carrefour Italia per cercare una soluzione alla problematica dei 52 dipendenti licenziati dal gestore del punto vendita di Crotone. E’ questa la strada che si è deciso di intraprendere dopo la riunione in Prefettura svolta nel pomeriggio di ieri sulla vertenza nata dal licenziamento annunciato il 16 ottobre con un whatsapp da Franco Perri, titolare della Gdl, la società che gestisce l’ipermercato crotonese.

Una decisione nata dall’impossibilità di dialogo proprio con Perri che, oltre a non comunicare con i sindacati, si è sottratto anche all’incontro promosso dalla Prefettura. Nel corso della riunione, in seguito alla nota con la quale Carrefour Italia prendeva le distanze dalla decisione di Perri, il sindaco Ugo Pugliese ha contattato la sede italiana del marchio francese che cerca una soluzione alla vicenda anche per evitare danni di immagine da una storia nella quale Carrefour Italia è estranea. “Ho parlato con Carrefour Italia – ha spiegato Pugliese – per capire come muoverci. Lunedì avremo un nuovo appuntamento telefonico con Carrefour Italia per mettere a punto iniziative istituzionali che garantiscano i lavoratori e l’immagine per Carrefour. Confermo che tutto il Consiglio comunale si sta muovendo insieme per cercare di dare appoggio ai lavoratori”.

In questa unità di intenti c’è anche l’iniziativa dell’onorevole Elisabetta Barbuto, presente al tavolo prefettizio, che ha annunciato una interpellanza parlamentare urgente al Ministro del Lavoro sulla questione. I dipendenti, rappresentati da Pino Palmieri (sindacalista Uil ed impiegato del supermercato) e Luana Violi si sono detti “soddisfatti  per l’appoggio istituzionale e per aver visto i nostri rappresentanti politici attivarsi subito per tutelare i nostri diritti”.

Intanto, una originale iniziativa di protesta arriva proprio dai dipendenti che hanno proseguito anche ieri il loro sit-in davanti al supermercato rispettando i previsti turni di lavoro. Domenica 20 ottobre pranzeranno insieme alle loro famiglie nel piazzale dell’ipermercato. UN pranzo al quale hanno invitato anche i cittadini di Crotone per avere solidarietà.Carrefour Italia si è dissociata dalla modalità – un messaggio whatsapp appunto – con cui l’imprenditore Franco Perri, che gestisce il franchising del marchio francese, ha comunicato il licenziamento di 52 persone del punto vendita di Crotone. Con una nota Carrefour Italia precisa di avere “appreso da notizie di stampa che un imprenditore che gestisce un punto vendita in franchising avrebbe proceduto al licenziamento di 52 dipendenti impiegati a Crotone comunicando il licenziamento all’improvviso e con modalità non consuete. Pur non entrando nel merito delle decisioni di business, che afferiscono unicamente a questo imprenditore terzo, l’azienda si dissocia fermamente dalle modalità con cui questa decisione, che impatta negativamente su un’intera comunità, sarebbe stata gestita e comunicata, perché profondamente contrarie ai principi etici di business che contraddistinguono il Gruppo in Italia”.

L’azienda, prosegue la nota “ha pertanto immediatamente chiesto chiarimenti all’imprenditore ed è pronta ad intraprendere ogni azione necessaria alla tutela e al rispetto dei principi che ispirano la propria attività sul territorio”.