Crotone, omicidio Tersigni: il killer incastrato da una telecamera

Paolo Cusato

Ci sono ancora molti punti poco chiari nella vicenda dell’omicidio di Giovanni Tersigni, il 36enne crotonese ucciso sabato sera nel centro storico di Crotone, in piazza Albani, zona meglio nota come la “ferriata”. Anzitutto il movente dell’assassinio, ancora tutto da definire, così come quante persone abbiano partecipato alla sparatoria.

Ma gli inquirenti su una cosa sembrano piuttosto certi, ovvero chi sia stato a fare fuoco, e con questa certezza hanno arrestato un trentenne, Paolo Cusato, crotonese residente nel centro storico e sorvegliato speciale. Ad incastrarlo sarebbero le immagini di una telecamera di sorveglianza e nelle quali, in via Risorgimento, in pratica lungo la strada che da piazza Duomo conduce al Castello, viene immortalato mentre getta via una busta poco dopo il fatto di sangue.

Recuperato il “pacchetto”, i poliziotti hanno trovato una pistola calibro 7.65, compatibile con l’arma usata per ammazzare Tersigni, ma anche dei guanti in lattice, un berretto ed una maglietta.

Troppi indizi in mano agli investigatori, pertanto, per non farli giungere alla conclusione che la mano che ha sparato alle 19 di sabato scorso sia proprio quella di Cusato, per il quale dunque è scattato l’arresto per omicidio.Contestualmente sono scattate anche una serie di perquisizioni che hanno portato a scoprire in casa di un altro degli arrestati di oggi, un bulgaro appena 22enne, Dimiter Todorov, di un chilo di eroina di cui è accusato ora della detenzione.

Sommando tutti i fattori “investigativi”, ovvero i piccoli precedenti per droga della vittima, quelli del presunto assassino e la droga rinvenuta, i poliziotti ritengono così di poter ipotizzare che il delitto sia maturato proprio negli ambienti degli stupefacenti. Con tutta probabilità si è trattato di un avvertimento finito male.

Le indagini intanto non si fermano qui: gli investigatori della Mobile vogliono comprendere se all’agguato mortale abbiano partecipato infatti altri soggetti. Fonte: Cn24