Ferragosto, i concerti: Carmen Consoli a Corigliano-Rossano, Nada a Lazzaro

Nel Centro Storico dell’area urbana di Rossano, per la notte di Ferragosto approda la cantautrice, musicista, chitarrista e compositrice italiana Carmen Consoli. Il sindaco Flavio Stasi, già nei giorni scorsi, ha espresso soddisfazione per esser riusciti come amministrazione comunale ad inserire anche la Città di Corigliano-Rossano nel tour dei concerti speciali messi in calendario per l’estate 2019 dall’artista di fama internazionale e che si terranno tutti in contesti particolari e luoghi suggestivi come è Piazza Steri.

Il concerto rientra nell’ambito dei festeggiamenti in onore della Santissima Achiropita. Una tradizione che ormai si è consolidata negli anni e che ha portato nel suggestivo borgo ionico grandi nomi della musica leggera italiana.

Catanese verace, soprannominata la cantantessa, Carmen Consoli è stata la prima artista femminile italiana a calcare il palco dello Stadio Olimpico di Roma e la prima donna a vincere la Targa Tenco come miglior album. L’album Confusa e felice è stato inserito nella lista dei 100 migliori album italiani secondo Rolling Stone, alla posizione 32 (seconda donna presente in classifica). L’album Stato di Necessità è stato inserito tra i 10 migliori album italiani del decennio scorso (unica donna solista) dal Corriere della Sera.

NADA A LAZZARODalla provincia di Cosenza a quella di Reggio Calabria. Stasera, 15 agosto, Nada Malanima sarà ospite nell’area dell’ex campo sportivo di Lazzaro della nona edizione di “Liberamente Festival”, quest’anno in collaborazione con “Derive festival”. Nada è un pezzo di storia della musica italiana, una artista di grande qualità che ha giocato con le trasformazioni musicali: dai grandi successi discografici all’incontro con Piero Ciampi e l’interessamento per la canzone d’autore, poi il ritorno al pop con il successo di “Ti stringerò” e di “Amore disperato”. E, ancora, la svolta con la musica acustica del Nada Trio, progetto musicale con Fausto Mesolella e Ferruccio Spinetti, per poi consolidare il percorso artistico come cantautrice e diventare anche scrittrice nel 2009 con il romanzo autobiografico “Il mio cuore umano”, divenuto spettacolo teatrale. Il teatro è l’ulteriore dimensione scenica di un’artista totalizzante.