Praia a Mare, Jova Beach Party: cresce l’attesa, previsti 25 mila spettatori. L’ordinanza del sindaco

A Praia a Mare c’è grande ottimismo e grande entusiasmo per il grande evento di domani ovvero il Jova Beach Party nello splendido scenario dell’Isola di Dino che per una giornata diventerà Arena Dino Beach. Nelle ricerche on line per l’acquisto dei biglietti, il concerto ha raggiunto da tempo il tutto esaurito. Qualcuno ha chiuso i botteghini da più di una settimana. Il prezzo è di 60 euro ma si tratta di ore e ore di concerto, visto che si comincia alle 14 con i deejayset e si finisce a mezzanotte.

Spiaggia, mare: un happening per il nuovo tempo con la musica di Lorenzo e dei suoi ospiti, per una nuova pagina nella storia degli spettacoli musicali e una nuova frontiera per la produzione e l’organizzazione, curata da Trident Music. Sul palco prima di Jovanotti ci saranno AFROTRONIX LIVE (Chad, Canada), DEVON AND JAH BROTHERS (Italia, Nigeria), GIORGIO POI (Italia), ACKEEJUICE ROCKERS (Italia), TARANTOLATI DI TRICARICO (Italia), VOODOO SOUND CLUB. Dalle 20.30 il palco sarà di Jovanotti, accompagnato dalla sua storica band: Saturnino, Riccardo Onori, Christian “Noochie” Rigano, Gianluca Petrella, Franco Santernecchi e Leo Di Angilla.

Dal punto di vista organizzativo, non sono mancate le polemiche riguardanti il rispetto per l’ambiente: a cominciare dalla protezione della rarissima primula di palinuro (Primula palinuri Petagna) alla Posidonia oceanica a pochi metri dalla spiaggia, che rischiano seriamente di essere spazzati via anzi letteralmente rasi al suolo. Per non parlare della fauna: in questa zona ci sono nidi di gabbiani e rapaci, e vivono esemplari di Pinna nobilis, mollusco noto come nacchera, anch’essi a grave rischio. Cittadini e associazioni hanno segnalato i danni che questo evento sta recando all’area e tra questi si parla anche di 500 eucalipti centenari sradicati per creare i parcheggi.Il sindaco di Praia, il piddino Praticò, è uscito qualche giorno fa con una ordinanza e con le sue prescrizioni. C’è la valutazione di incidenza ambientale emessa dalla Regione Calabria con tanto di studio acustico, planimetrie, documentazione.

Per ragioni di sicurezza è stata prevista l’installazione di una delimitazione delle aree con barriere alte 2 metri e 20 centimetri che riguarderà un’area più ampia rispetto a quella di diretta installazione delle strutture al servizio dello spettacolo e si svilupperà su tre lati.

La società produttrice dell’evento, la Trident Music, ha fatto presente che il numero previsto di spettatori non sarà superiore alle 25.000 unità. Le prescrizioni prevedono l’adozione di tutte le misure necessarie a limitare la rumorosità e la produzione di rifiuti; durante la fase di cantiere sono stati messi in atto tutti gli accorgimenti e le tecniche onde evitare la sospensione e la diffusione di materiali fini e l’intorbidamento delle acque per tutelare l’ittiofauna, i macroinvertebrati e le fanerogame (Posidonia O) marine presenti nella Zsc “Fondali Isola di Dino – Capo Scalea”.

In particolare, è stata effettuata la pulizia del tratto di spiaggia interessato dall’evento manualmente e non in modo meccanico per evitare la distruzione, anche accidentale, delle specie vegetali ed evitare il sollevamento delle polveri in modo tale da evitare intorbidamento delle acque; è stata effettuata la bagnatura periodica sul tratto di spiaggia interessata dall’evento durante i lavori per limitare il sollevamento delle polveri; sono state essere installate reti antipolvere in prossimità della battigia nel tratto perimetrale del “villaggio sulla spiaggia”. E’ stato anche apposto il divieto assoluto di ancoraggio ed installazione di boe nel tratto di mare antistante il “villaggio sulla spiaggia”; ed è stato apposto anche il divieto assoluto di transito ed ormeggio, per una distanza non inferiore a 700 metri dal perimetro dell’area dell’evento, sia dei natanti che delle imbarcazioni, salvo soggetti regolarmente autorizzati ai fini della sicurezza.