Lettere a Iacchite’: “Cosenza, reflui e rifiuti: i fratelli (Granata) falliti…”

I fratelli Granata sono avvocati (!), ormai ex leghisti (!!), e adesso stanno con Toti (!), al quale sono riusciti a strappare un posto in lista per le prossime Comunali. Secondo la loro mente molto perversa, pretendono ‘ccu mancu 200 voti (anche dubbi) dati al cazzaro di dettare legge in materia di ambiente senza mai aver esercitato un giorno di professione e senza conoscere neanche un articolo del testo unico. Per questo si sono fatti delegare dal cazzaro per ambiente e rifiuti e per questo uno dei due è ancora incredibilmente presidente del Consorzio Valle Crati e addirittura custode giudiziario (!) del depuratore di Rende.

Di seguito illustriamo le grandi attività ambientali e i megagalattici risultati ottenuti dai capaci fratelli. Maximiliano, delegato dal cazzaro al Consorzio Valle Crati per la gestione del mega appalto fognatura e depurazione e Vincenzo, delegato per i rifiuti.

Procedendo per ordine, il primo dal 2012 sta rovinando i Comuni con l’illusione che saranno risolti tutti i problemi depurativi e gli stessi sindaci potranno dormire serenamente che lui gli farà un grande servizio… Siamo ormai a fine 2021 e ancora non si vede l’ombra di pozzetto in un Comune… grande risultato! Sindaci, potete stare tranquilli… Nel frattempo sta “popolando” gli uffici del Consorzio di papponi e raccomandati del cazzaro per dimostrare la sua fedeltà da “totiano”, seguendo letteralmente lo stesso modus operandi: tutto a carico dei poveri Comuni che seguendo lo specchietto del mega progetto (al quale possono credere solo il cazzaro e il Gattopardo della procura di Cosenza) come panacea per tutti i mali lasceranno i loro Comuni e i loro cittadini stracolmi di pignoramenti fatti dal loro grande presidente truffatore. La prospettiva? Scappare a fare altri danni in altri enti per il sostentamento del carrozzone del “personale” inserito e per aumentare a dismisura i debiti già ingentissimi creati con l’affidamento per la gestione Geko da lui stesso come custode giudiziario…. E chi custode…!!!! “cumu affidà i piacuri aru lupu” … Sindaci, aprite gli occhi che stanno distruggendo a vita le vostre comunità.

Il fratello maggiore Vincenzo, dal canto suo, segue (!) come un bravo alunno tutti i consigli del truffatore, dopo aver tentato di fare impresa senza avere ‘mbacchiato… mancu nu mattuni… per non dire na turra… Subito dopo essere stato eletto, purtroppo, consigliere comunale con 140 voti scarsi… si è fatto delegare strisciando con la lingua a terra dal cazzaro per la gestione dei rifiuti provinciali … Risultato? Il sistema, per come si vede sulle strade stracolme di rifiuti, come non succedeva da decenni, ha portato, grazie a lui e al fratello, il settore rifiuti al fallimento, parola tanto cara ai fratelli falliti (Occhiuto e Granata, appunto).

Questi sono i fratelli Granata, che continuano a sbandierare le loro velleità politiche. Visti i risultati, dovremmo dotarci di coraggio brigantesco, vero, calabrese, prenderli a calci (possibilmente in culo…) e non farli uscire più da casa, ammesso che qualcuno li voglia tenere ancora lì…

Lettera firmata